sud

La coltura della vite in Calabria, una storia da raccontare

Oggi, a livello calabrese, sentiamo parlare esclusivamente di vino di Cirò, ma ci fu un tempo glorioso in cui nella Piana di Gioia Tauro era molto diffusa la coltura della vite, in alcuni territori come ad esempio Palmi era la coltura principale, superando di gran lunga l'olivo. Poi comunque i tempi cambiano, gli stili di

Di |2021-10-09T17:26:24+02:008 Ottobre 2021|eccellenze meridionali, Storia, Istruzione, Cultura e Libri|Commenti disabilitati su La coltura della vite in Calabria, una storia da raccontare

Al prof. Gennaro De Crescenzo il premio “Lazzaro Verace 2021”

Martedì 13 luglio p.v., dalle ore 18,00, si terrà la VI edizione del Premio Lazzaro Verace 2021. La cerimonia, come di consueto, avrà luogo nel cuore di Napoli, nel settecentesco giardino di Palazzo Venezia, via Benedetto Croce, 19. Ricordiamo che il premio, organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale I Lazzari, viene attribuito a colui o a

Di |2021-07-05T16:50:42+02:005 Luglio 2021|notizie quotidiane|Commenti disabilitati su Al prof. Gennaro De Crescenzo il premio “Lazzaro Verace 2021”

SIAP Napoli e Campania, nuovi Segretari a guidare il Sindacato Italiano Appartenenti Polizia

Comunicato stampa del SIAP Napoli e Campania Nella giornata del 24.06.2021 sono concluse le elezioni dei nuovi segretari del SIAP (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia) nell’XI congresso provinciale di Napoli e nel X congresso della Regione Campania: per il comparto provinciale Giuseppe Caridi ricoprirà il ruolo di Segretario Provinciale  e Rosario Bonavita andrà a ricoprire il ruolo di Segretario Regionale del SIAP Campania entrambi

Di |2021-06-25T12:50:02+02:0025 Giugno 2021|notizie quotidiane|Commenti disabilitati su SIAP Napoli e Campania, nuovi Segretari a guidare il Sindacato Italiano Appartenenti Polizia

La Madonna di Pompei? “Nasce” alla Pignasecca

Decine di migliaia di persone giungono ogni giorno a Montesanto (la piazzetta del quartiere Montecalvario, dove era ubicata la Porta Medina, abbattuta all'indomani dell'unità d'Italia) e percorrono rapidamente la Pignasecca per giungere a piazza Carità e proseguire per la via Toledo, Spaccanapoli, la zona di via Cervantes o piazza Dante. Funicolare dal Vomero, metropolitana, le

Di |2021-06-05T17:43:03+02:0031 Maggio 2021|Storia, Istruzione, Cultura e Libri|Commenti disabilitati su La Madonna di Pompei? “Nasce” alla Pignasecca

L’Aferesi – 3000 anni di storia nella lingua napoletana

Quante volte ci è capitato di storcere il naso leggendo qualche cartellone pubblicitario o qualche insegna di un negozio o qualche menù di un ristorante, ecc... i cui "ideatori", simpaticamente, intendevano comunicare un qualcosa in lingua napoletana ma piazzando quel segno nel posto sbagliato, non facevano altro che rinnegare 3000 anni di storia...?! L'AFERESI (dal

Di |2021-04-30T23:19:39+02:0030 Aprile 2021|lingue e dialetti meridionali|Commenti disabilitati su L’Aferesi – 3000 anni di storia nella lingua napoletana

I soliti “ma” di Augias su Napoli e la solita Gomorra

Il grande Massimo Troisi si lamentava del fatto che, quando a Napoli ti offrivano un lavoro, l'offerta era sempre accompagnata da un gesto o da qualche altra parola ("lavoro nero, lavoretto" ecc.). Ecco: è quello che capita quando le tv parlano di Napoli. Il racconto deve essere sempre accompagnato da un MA... È quello che

Di |2021-04-18T23:13:03+02:0018 Aprile 2021|notizie quotidiane|Commenti disabilitati su I soliti “ma” di Augias su Napoli e la solita Gomorra

A Napoli “via Beatles” ma non “via Ferdinando II di Borbone” e il sindaco parla di “memoria storica della città”

"Da anni chiediamo al sindaco Magistris di dedicare una piazza o una strada a Ferdinando II di Borbone e agli altri re o personaggi che hanno fatto grande Napoli nel mondo e anni fa gli spedimmo oltre 5000 firme raccolte in un mese circa senza mai ricevere risposte. Stesso destino per la proposta di ricordare

Di |2021-04-18T22:12:45+02:0018 Aprile 2021|notizie quotidiane, Turismo e Beni Culturali|Commenti disabilitati su A Napoli “via Beatles” ma non “via Ferdinando II di Borbone” e il sindaco parla di “memoria storica della città”

L’assimilazione, perchè il napoletano è “sciuliariello”

Quando si dice che la lingua napoletana sposa alla perfezione la musica (almeno alcuni stili musicali), la poesia e la prosa, alla base ci sono quei fenomeni fonetici che trasformano un'iniziale suolo (principalmente dal latino) in un qualcosa di più "scorrevole" o "sciuliariello", come diremmo in lingua napoletana. Ed oggi parliamo proprio di qualcosa che

Di |2021-04-18T21:51:30+02:0018 Aprile 2021|lingue e dialetti meridionali|Commenti disabilitati su L’assimilazione, perchè il napoletano è “sciuliariello”

Albergo dei poveri, Movimento Neoborbonico: “Inviato progetto ai ministri Carfagna e Franceschini”

Dopo le ultime dichiarazioni relative all'investimento di 150 milioni del Recovery Fund per il recupero dell'Albergo dei Poveri a Napoli, il Movimento Neoborbonico ha inviato ai ministri per il Sud e per i Beni Culturali Carfagna e Franceschini un progetto per la valorizzazione del grande monumento voluto da Carlo di Borbone nel Settecento. Da tempo

Di |2021-04-23T19:47:57+02:0012 Aprile 2021|eccellenze meridionali, Primo Piano, Storia, Istruzione, Cultura e Libri, Turismo e Beni Culturali|Commenti disabilitati su Albergo dei poveri, Movimento Neoborbonico: “Inviato progetto ai ministri Carfagna e Franceschini”

‘E stramacchio – A stramacchio: Rubrica sulla lingua napoletana

Dal latino EXTRA MATHESIS (letteralmente "al di fuori della matematica", ovvero "al di fuori delle regole"). In lingua napoletana l'espressione 'E STRAMACCHIO o A STRAMACCHIO intende proprio questo: fare qualcosa di nascosto, senza rispettare una regola. Per es.: 'A Juventusse vence sempe cu nu rigore 'e stramacchio. Ricordiamo anche il verbo AMMACCHIÀ (dal latino AD

Di |2021-04-11T18:00:07+02:0011 Aprile 2021|lingue e dialetti meridionali, Storia, Istruzione, Cultura e Libri|Commenti disabilitati su ‘E stramacchio – A stramacchio: Rubrica sulla lingua napoletana
Torna in cima