Archivi mensili: Maggio 2016

Intervista esclusiva al principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie

AL PASSATO AL FUTURO Da Re Carlo a Carlo Duca di Castro - In questi giorni due eventi importanti per la Real Casa di Borbone Due Sicilie: il Giubileo della Misericordia in Vaticano e l’Atto di Roma: ci può sintetizzare com’è andata? Prima l’importante convegno sul dialogo inter-religioso promosso dall’Ordine, poi il Giubileo della Misericordia 

Di |2016-05-30T09:20:16+02:0030 Maggio 2016|Primo Piano|0 Commenti

CON APRILE E DE CRESCENZO A CASAL DI PRINCIPE: DA TERRA DI CAMORRA A TERRA D'ORGOGLIO

DOMENICA 22 MAGGIO ORE 17.30, Casal di Principe (Ce), presentazione del nuovo libro di Pino Aprile a cura dei giovani di Work in Progress con l'autore e con il sindaco Renato Natale, Mons. Carlo Aversano, Gennaro De Crescenzo Vincenzo Di Bona e Luca Coronella (organizzatori). Comunicato Stampa. Presenterà a Casal di Principe il suo ultimo lavoro

Di |2016-05-20T15:26:07+02:0020 Maggio 2016|Storia, Istruzione, Cultura e Libri|0 Commenti

Sfogliatella Fest a Napoli

Che sia riccia o che sia frolla poco importa, la sfogliatella a Napoli è una religione, un culto sacro, un dogma divino e a cui proprio non si può resistere. Ebbene proprio in questi giorni piazza Garibaldi e la sua galleria di negozi sarà teatro di un evento dedicato al famoso dolce campano: lo Sfogliatella Fest, che allieterà turisti e cittadini

Di |2016-05-20T12:18:53+02:0020 Maggio 2016|Storia, Istruzione, Cultura e Libri|0 Commenti

Napoli, ecco la pizza più lunga del mondo

(ANSA) - NAPOLI, 18 MAG - Misura 1853,88 metri ed è stata realizzata in un totale di 6 ore e 11 minuti la nuova pizza più lunga del mondo, come certificato dal giudice del Guinness World Record. L'hanno impastata e cotta sul lungomare di Napoli 250 pizzaioli di tutto il mondo, rispettando il disciplinare Stg

Di |2016-05-19T10:00:50+02:0019 Maggio 2016|Storia, Istruzione, Cultura e Libri|0 Commenti

Nota del Movimento Neoborbonico

Da 25 anni i Neoborbonici combattono (con grande successo) per la verità storica e per restituire dignità alla storia delle Due Sicilie e dei Borbone. Spesso da soli, spesso insieme al Principe Carlo di Borbone, Duca di Castro. Ora che in tanti sono diventati "borbonici" ed è anche più facile dirsi "borbonici", ci chiediamo dove

Di |2016-05-16T14:53:02+02:0016 Maggio 2016|Primo Piano|0 Commenti

PREMIO CAPO D’ORLANDO A VICO EQUENSE

Premio “Capo d’Orlando”. Non siamo in Sicilia, ma a Vico Equense. Il 6 maggio si è tenuta la diciottesima edizione del Premio che mira ad ospitare (e premiare) le menti più eccelse del mondo scientifico e culturale. In pochi sanno che Capo d’Orlando è anche una località di Vico Equense, dove nel XIX secolo furono

Di |2016-05-16T11:30:27+02:0016 Maggio 2016|Storia, Istruzione, Cultura e Libri|0 Commenti

"I passi di Carlo sulle note di Paisiello": visita guidata e concerto

Nell’ambito del Maggio dei Monumenti del Comune di Napoli, il gruppo “Pass’ e Spass’”, in collaborazione con le Associazioni Napulitanata e Respiriamo Arte dà vita all’iniziativa “I passi di Carlo sulle note di Paisiello”, un itinerario guidato al centro storico di Napoli con concerto finale di musiche di Giovanni Paisiello. “Pass’ e Spass’” è composto da professionisti della

Di |2016-05-11T16:19:49+02:0011 Maggio 2016|Primo Piano|0 Commenti

NEOBORBONICI CON CARLO DI BORBONE AL GIUBILEO

SABATO 14 MAGGIO, il Movimento Neoborbonico parteciperà al Giubileo della Misericordia al Vaticano. Su invito del Principe Carlo di Borbone, Duca di Castro e Capo della Real Casa di Borbone Due Sicilie, quattro pullman (prenotazioni già inoltrate e registrate) partiranno da Napoli (Parcheggio Brin) alle ore 11 per raggiungere la Famiglia Reale e partecipare alla solenne

Di |2016-05-10T09:33:20+02:0010 Maggio 2016|Primo Piano|0 Commenti

Chi era Cavour…

Camillo Benso, conte di Cavour, secondo la vulgata risorgimentalista, è un Padre della Patria. Il medesimo ci viene presentato come un «genio della politica», un eccelso diplomatico e, soprattutto, come il «grande tessitore» dell’unità d’Italia. La sua lingua però era il francese, mentre l’italiano lo parlava male e lo scriveva peggio. Infatti, perché potesse svolgere

Torna in cima