L’ORGOGLIO DI ESSERE CALABRESI. OGGI PIÙ CHE MAI

bronzi2

L’ORGOGLIO DI ESSERE CALABRESI. OGGI PIÙ CHE MAI. Nella nostra grande Calabria sono nati o vissuti scienziati, letterati, filosofi, musicisti, pittori, scultori e grandi medici in tremila anni e non sappiamo individuare un Calabrese per gestire la crisi sanitaria o qualcuno può davvero pensare che i Calabresi siano tutti come quelli che i governi di turno nominano commissari?  Ecco una sintesi parziale dei grandi Calabresi tra passato e presente… Salvatore Lanza

Alvaro Corrado (1895-1956) giornalista

Ammirà Vincenzo (1821-1898) poeta

Barlaam o Monaco Bernardo (1290-1350) maestro di greco di Petrarca e Boccaccio

Barrio Gabriele (1506-1577) storico

Boccioni Umberto (1882-1916) pittore e scultore

Campanella Tommaso (1568-1639) scrittore

Cassiodoro Aurelio (490-583) politico

Cefaly Andrea (1827-1907) pittore

Cilea Francesco (1866-1950) musicista

Clearcos (V-IV secolo a. C) maestro di Pitagora

Francesco Crucitti, il chirurgo del Papa Giovanni Paolo II

Renato Dulbecco medico-biologo premio Nobel

Elia Santo detto lo Speleota basiliano

Filippo di Medma (IV secolo a. C.) filosofo e astronomo

Filistione di Locri (IV secolo a. C.), medico

Filolao (V secolo a. C.) filosofo

San Francesco di Paola (1416-1507)

Galluppi Pasquale (1770-1846)

San Gioacchino da Fiore (1130-1202)

Grimaldi Domenico (1735-1805) economista

Ibico (VI secolo a. C.) poeta

Learcos Scultore discepolo di Dedalo

Manfroce Nicolantonio (1791-1813) musicista

Nosside (III secolo a. C.) poetessa

Parrasio Aulo Giano (1470-1522) scrittore

Pilato Leonzio (XIV secolo) letterato

Pitagora, filosofo, matematico

Praxiteles I secolo a. C. scultore

Preti Mattia (1613-1699) pittore

Pytagoras (V-IV secolo a. C.) scultore

Stesicore (V11-VI secolo a.C.) Poeta,

Telesio Bernardino (1509-1588) illustratore e letterato

Vianeo Roberto e Pietro (XVI secolo), medici