La Lampadoforia riprende vita

Duemilaquattrocentoquarantuno anni fa, il navarca ateniese Diotimo, in visita alla città di Neapolis per motivi diplomatici e commerciali, istituì a furor di popolo l’agone ginnico che avrebbe fatto parlare in tutto il Mediterraneo della città alle pendici del Vesuvio, e restituito lustro e notorietà alla sirena Parthenope, la Lampadoforia, una corsa a squadre con la fiaccola che attraversava l’intera città fino a raggiungere l’agognato traguardo: il sepolcro della Sirena.

Ebbene, venticinque secoli dopo la Lampadoforia riprende vita nei vicoli del centro storico di Napoli grazie all’operato dell’associazione culturale I Sedili di Napoli, che restituirà ai suoi cittadini una festa celebratissima e tra le più famose in epoca antica, che aveva il compito di cementificare le radici mitologiche della città. Il corteo storico in costume greco-arcaico e corsa con le fiaccole si terrà dunque il prossimo 30 aprile e ad aprire le danze ci penserà proprio lei, la Sirena Parthenope, con decine di figuranti e musicisti di grande fama. Il giorno 29 verrà inoltre presentato l’evento al Museo Archeologico di Napoli con un convegno sulla Neapolis delle pietre di spoglio, sul Mito di Parthenope e sulla musica partenopea con Romeo Barbaro.

Nel link che segue riportiamo la pagina facebook dell’evento

di Antonio Corradini (www.ilvaporetto.com)