“I GENITORI DEL SUD FORSE NON VOGLIONO DAVVERO BENE AI PROPRI FIGLI”

padre

“I GENITORI DEL SUD FORSE NON VOGLIONO DAVVERO BENE AI PROPRI FIGLI”. Il titolo dell’articolo è provocatorio ma contiene qualche verità. In una recente ricerca emerge che Campania, Calabria e Sicilia sono le regioni, prime in Europa, per il rischio-povertà. Intanto i più ignorano: -cosa sono i Lep ed il loro sbilanciamento a favore del Nord; -la lotta del Nord e dell’attuale  governo filo-nordista per sovvertire la disposizione europea del recovery fund (l’Europa prevede che, dei 200 miliardi di euro destinati all’Italia, il 70% vada al Sud ed il 30% al Nord); -che in  17 anni sono stati sottratti al sud oltre 850 miliardi di euro per darli al Nord, in barba alla costituzione; -che con l’autonomia fiscale, chiesta dal partito unico del nord (lega, PD, Italia viva, 5 stelle), lo sbilanciamento delle risorse  a favore del nord Sarà ancora più grande. Ignorare tale politica nazionale a sfavore del Sud, benché denunciata ad alta voce anche da importanti trasmissioni televisive e da noti giornalisti, ricade inesorabilmente sui giovani del Sud  che si vedono negare il proprio futuro addirittura dai propri genitori  o per sciatteria  o per egoismo o per superficialità o per ignoranza. E forse è giusto che un giorno i giovani metteranno in dubbio l’affetto di quei genitori… Mario Romano